• venerdì , 21 luglio 2017

Mylius Experience: ecco i vincitori che saranno a bordo del 76 Grillo Parlante per la VELA Cup

Succede solo al VELAFestival: volete fare la VELA Cup a bordo di un bolide di 24 metri? Non c’è problema. Vi accontentiamo ed è arrivato il momento di presentarvi i due fortunati vincitori che si sono visti assegnare due posti a bordo del prestigioso Mylius 76 DS Grillo Parlante, l’ammiraglia del cantiere piacentino per partecipare alla VELA Cup di sabato 6 maggio.

A convincere la giuria, composta da una squadra “mista” Mylius/Giornale della Vela, sono stati Giuseppe De Blasio e Paolo Ghisotti. Le loro motivazioni e la loro esperienza in mare sono state i punti che hanno fatto pendere l’ago della bilancia a loro favore. Ma vediamo le argomentazioni con le quali hanno conquistato la giuria.
Così si racconta Giuseppe De Blasio: “
Passione per il mare da sempre. Patente senza limiti dal 2000. Armatore di tre imbarcazioni dal 2001 ad oggi. Attualmente proprietario e comandante di un’Oceanis 50 ( acquistato nel 2010 ) con cui navigo in mediterraneo. In procinto di cambiare l’imbarcazione con una nuova barca di almeno 60 piedi”. Mentre è stato sicuramente l’entusiasmo di Paolo Ghislotti a convincere tutti a farlo salire a bordo: “Non ci posso credere!! Una regata con il Mylius! Seguo il Cantiere Mylius da quando  hanno spostato la sede a Podenzano, lo seguo perché sono stato rapito fin dagli inizi dalle sue linee pulite, estremamente moderne, essenziali e raffinate. Sarebbe incredibile poter partecipare alla regata con una eccellenza del made in Italy che sicuramente diventerà un modello per tanti cantieri.  Dei cantieri Mylius ho sempre apprezzato l’entusiasmo e la dinamicità dei soci, soci che seguono i clienti in tutto e per tutto fino a considerarli parte stessa della “Famiglia Mylius”. Provare l’emozione di navigare a bordo del Mylius sarà impagabile ed emozionante e io ci sarò 😜 “.

CHE BARCA E’ GRILLO PARLANTE, IL MYLIUS 76 DS
Il nuovo Mylius 76 DS rappresenta la nuova rivoluzione nella gamma del cantiere piacentino: si tratta della prima barca dotata di deck saloon. La barca è frutto, ancora una volta, della matita di Alberto Simeone. La coperta, caratterizzata da linee pulite, conta su un ampio pozzetto (dove risiedono le due timonerie) e numerose aperture, soprattutto in tuga, per garantire la massima luminosità del quadrato.

Il Mylius 76’ è un fast cruiser-racer dalla grande personalità, appena sotto il limite dei 24 metri, nel quale al raffinato design esterno ed interno si affiancano i migliori materiali e tecnologie, insieme alla cura artigianale di un tempo, per il miglior comfort, piacere e sicurezza di navigazione.

Related Posts