• venerdì , 21 luglio 2017

VIDEO E FOTOGALLERY. Rivivi tutta la VELA Cup di sabato 6 maggio

La flotta della VELACup. Foto James Robinson Taylor

Un laser di fianco al 130′ My Song? Fatto! Ancora una volta la VELACup si conferma come la festa della vela più affollata del Tirreno: 200 barche in acqua nel Golfo del Tigullio, in una regata-veleggiata dove non è mancato lo spirito agonistico ma anche lo spirito in stile Barcolana. E’ questa la vela che ci piace, quella per tutti, quella che mette a fianco equipaggi e barche agguerriti con velisti che invece vogliono godersi la navigazione con un altro spirito.

Conclusa la premiazione è tempo di annunciare tutti i vincitori. La Dufour Cup va al Dufour 44p Pestifera 2 di Stefano Ferrari, seguita dal Dufour 34 Baciottinho di Roberto Gagliardi, terzo posto per il Dufour 414 Trophy Amelie di Giovanni Massone. Il premio dedicato alle barche d’epoca, riservato ai modelli antecedenti al 1950, è andato invece al Lona II di Maurizio Manzoli.

La classifica dedicata alle barche classiche è stata vinta da Ojala II, il One Tonner di Michele Frova. Il premio speciale Gentleman Yachting, in collaborazione con Radio Montecarlo, è andato all’XP33 Woman Sailing Accademy condotto da Anne Soizic Bertin.

Il premio speciale Monotipo è andato al J80 J7 di Manfredi Vianini Tolomei. Il Premio Barca Multiscafo se lo è aggiudicato Angst, un F18 di Giuseppe Bacigalupo. Il premio speciale Last One (ultima barca a tagliare la linea) è andato al First 21.7 Manto di Andrea Palma Camozzi. Il premio Barche Aperte lo ha conquistato il velocissimo XO Racer di Antonio Scarpa.

Per la classe crociera fino a 7,50 mt, il secondo posto è di No Comment, un Laser Radial di Federico Lolli. Il primo a Paciugo, un J24 di Mirta Bomvicini. La Classe 2 crociera ha visto al terzo posto Lear, il Dufour Arpege di Fabio Piccardo, il secondo posto è stato di Metabox, il Nytec 28 di Andrea De Agostini. La vittoria della classe 2 crociera è di My Dream, Come 850 di Pietro Conti.

Per la Classe 3 il gradino più basso del podio è andata a Gioia Mia, l’Elan 340 di Paolo Pisani, secondo posto per Graal, lo Zigguratt 995 di Gianni Bresciani. Vittoria di  Thanx, X35 di Alessandro Tangiano.

La Classe 4 vede al terzo posto Wolly B, First 35 di Marco Podestà, secondo posto per Tom, X412 di Thiery Roger, vittoria per Malafemmena, l’X41 di Stefano Fanciulli.

Il terzo posto della Classe 5 è di Lyrae, Dufour 44 di Luigi Gaddi. Seconda Aria, il Vismara 45 di Roberto Preda. Primo posto per Pestifera 2, Dufour 44p di Stefano Ferrari.

La Classe 6 vede al terzo posto Aurora, Bavaria 50 di Tommaso Salvadori. Seconda in classifica Anna, Sun Odyssey 44 di Luca Forcignanò. Vittoria per Moora, Grand Soleil 56 di Maurizio Terenzi. La classe 7 vede al secondo posto il Whitefin, one off di Andrea Milan. Vittoria per il Brenta 80 Cool Breeze di Michael Schmidt.

La Classe 1 regata ha visto sul gradino più basso il Nautica 450,  secondo posto per Angst, un F18 di Giuseppe Bacigalupo. La vittoria è andata a XO Racer di Antonio Scarpa.

La Classe 2 regata ha visto al terzo posto il First 31.7 di Stefano Mosca, secondo il Class 950 Extreme Life di Maurizio Vettorato, vittoria per Hard Rock, l’Ufo 28 di Mauro Uggè.

Per la Classe 3 regata terzo posto per l’X332 Aria di Burrasca di Franco Salmoirgahi, secondo il J109 Fremito D’Arja di Marcello De Gasperi. Vittoria per l’X35 Spirit of Nerina, X35 di Paolo Sena.

La Classe 4 vede al terzo posto il Dufour 414 Trophy di Giovanni Massone, secondo l’M37 DHL Adelasia di Torres di Renato Azara. Vittoria per il Farr 40 Robi e 14 di Massimo Schieroni.

Il terzo posto della classe 5 regata è andato a Adrigole, Baltic 43 di Francesco Giordano. Si classifica secondo Arly, Vismara 43 di Salvatore Sarpero. Vittoria per il First 44.7 Free Spirit di Paolo Rossi.

Il trezo posto della Classe 6 è andato a Nostress Me, Northwind 58 di Antonio Melchionne. Secondo Jump, Grand Soleil 56 di Filippo Aleotti, vittoria per ITA Centodue, FY 61 di Adriano Calvini.

La classe 7 regata vede al terzo posto Grillo Parlante, Mylius 76 ds di Fausto  Sestini. Secondo il Moro di Venezia, Carlini Freers 70 di Massimiliano Ferruzzi. Primo posto per il Baltic RP 130 My Song, che si aggiudica anche la Overall Regata.

La overall crociera va invece al Brenta 80 Cool Breeze, il vincitore generale della prima manche della VELACup è l’X35 Spirit of Nerina. 

Il cronografo aqua racer Tag Heuer, sorteggiato durante la premiazione, è stato vinto dall’armatore del Baltic 43 Adrigole.

SCARICA QUI IL PDF DELLA CLASSIFICA GENERALE

GUARDA TUTTE LE FOTO DI JAMES ROBINSON TAYLOR DELLA VELA CUP

 

LA VELA CUP… DA TERRA!

LA VELA CUP… DALLA GOLETTA PANDORA!

 

Related Posts